Crea sito

Guido Delle Piane illustra le vendite su Amazon

Amazon è, senza dubbio, il sito di vendite online più famoso al mondo. Che un utente si trovi a Milano, o in un piccolo paese di provincia, poco, importa: Amazon raggiunge tutti in ogni angolo d’Italia e del mondo. Lo evidenzia molto bene Guido Delle Piane sul suo blog, ricordando che il canale Amazon può vantare di almeno 300 milioni di utenti attivi e 50 milioni di iscritti per il servizio “Prime”. Ma Amazon non è solo una piattaforma di acquisto; è, infatti, anche uno store di vendita. Prima di accedere sulla piattaforma per diventare venditore Amazon sarà necessario decidere come registrarsi. Nel caso di un privato senza Partita Iva, specifica Guido Delle Piane, si potranno vendere fino a 40 oggetti con un account di Base. Quest’ultimo, a sua volta, prevede tre diverse tariffe: commissione di chiusura fissa, decisa direttamente da Amazon su ogni vendita; commissione per segnalazione: essa è di natura variabile ed applicata da Amazon a seconda della categoria a cui appartiene il prodotto; commissione variabile di chiusura, di carattere variabile ed applicabile su libri, musica, video e DVD. Nel caso di un’azienda con Partita IVA, c’è la possibilità di effettuare vendite senza limiti previsti, disponendo un account Pro Amazon, il cui piano tariffario si suddivide nel seguento modo: quota di abbonamento mensile, rappresentata da una quota fissa che ogni venditore con registrazione Pro Amazon deve pagare, quale corrispettivo minimo; commissione per segnalazione, una commissione variabile, a seconda della categoria a cui appartiene il prodotto, applicato direttamente da Amazon sul prodotto venduto, dietro segnalazione dell’acquirente; commissione variabile di chiusura, decisa direttamente da Amazon sui prodotti che appartengono alla categoria Media. Per diventare un venditore Amazon, precisa nel suo articolo Guido Delle Piane, sarà necessario fornire i seguenti dati: Nome, cognome e altre informazioni personali; Ragione sociale; Numero della carta di credito o le coordinate bancarie; Numero della carta d’identità; Numero di telefono valido; Indirizzo email; Luogo e data di origine dell’impresa; Numero di iscrizione al Registro delle Imprese; Numero della Partita IVA; Conto corrente aperto e codice IBAN. Diventare venditore su Amazon porta inevitabili vantaggi. I principali sono: un maggiore guadagno, perché la platea di pubblico si allarga e crescono le occasioni di vendita; diminuzione dei costi, grazie all’attività che si svolge direttamente sull’online. Inoltre, Amazon offre anche un servizio di logistica, che permette all’utente di evitare di dover affrontare anche questa spesa; vendita diffusa su tutto il territorio dell’Unione Europea; protezione dalla frodi e dalle truffe, grazie alla messa a disposizione da parte di Amazon di un complesso di sistemi di sicurezza, che proteggono utente e acquirenti da qualsiasi problema; risparmio di tempo. A fronte, però, dei numerosi vantaggi, vendere su Amazon nasconde uno svantaggio importante. Infatti, i margini di guadagno sono esigui e non consentono con certezza di restare in attivo. Tuttavia, non bisogna darsi per vinti e tentare questa avventura, diventando un venditore Amazon.